EspañolItalianoEnglish

Diritto di proprietà intellettuale, industriale e diritto d'autore

E-mail Stampa PDF

La proprietà intellettuale, dal punto di vista della tradizione continentale europea e i principali paesi dell'America Latina, implica il riconoscimento di un diritto di proprietà a favore di un autore o di altri titolari di diritti sulle opere intellettuali umane.

Il diritto  intellettuale o del diritto di proprieta è il ramo del diritto pubblico che studia le prerogative dei creatori e proprietari di opere protette dal regime di diritto di autore o dei diritti di proprietà industriale. Entrambi i diritti di proprietà industriale e diritto d'autore, hanno vari concetti giuridici o istituzioni che sono propri, come per esempio, i diritti d'autore di opere letterarie o artistiche; i diritti di nuove creazioni industriali come ad esempio il diritto di brevetto; o quello del modello industriale; inoltre, i diritti dei segni distintivi: il diritto del marchio, della denominazione di origine, della comunicazione commerciale, o il nome commerciale, ed altri.

La proprietà intellettuale è protetta nella Repubblica Dominicana dalla moderna legislazione (legge n. 20-00 sulla Proprietà Industriale) che riflette lo spirito e il sentimento espresso nella Convenzione Universale sul Diritto di Autore; oltre alla vasta protezione nazionale letteraria e artistica non solamente applicabile ai dominicani ma anche ai cittadini stranieri dei paesi membri dei Trattati Internazionali di cui faccia parte la Repubblica Dominicana o aderisca in futuro. Tra questi, libri, riviste, opuscoli, conferenze, opere fotografiche, sceniche, le pantomime, composizioni musicali con testi, o senza, i software, ect. Inoltre, protegge i brevetti di invenzioni, modelli di utilità, disegni industriali, marchi di fabbrica, nomi commerciali, segni distintivi, quali etichette, simboli e slogan commerciali.

 Nella legge Dominicana si crea un'intera struttura sui contratti, diritti d'uso,  concessioni di permessi, registro di loghi, investimenti, disegni industriali, modelli di utilità e commercializzazione della proprietà intellettuale, che garantisce all’autore dell’opera intellettuale una piena proprietà di tale opera.

Si crea anche un regime severo di sanzioni che comprende la  reclusione correttiva da un minimo di tre mesi a tre anni e multe da cinquanta a mille (50-1000) salario minimo (nel caso di violazione dei diritti d'autore) e da tre mesi a due anni e multe da dieci a cinquanta (10-50) salario minimo (in caso di violazione dei diritti di proprietà intellettuale). Oltre alle azioni civili delle quali puo essere oggetto il denunciato.

Le leggi sulla proprietà intellettuale proteggono le opere letterarie, artistiche e scientifiche che adempiano con i requisiti di originalità e creatività, non essendo oggetto di protezione le idee, formule matematiche, opere non originali e in generale tutto ciò che non è conforme ai requisiti stabiliti dalla Legge.

 

La nostra missione è di assistere i nostri clienti in materia di registrazione e tutela della loro proprietà intellettuale, attraverso servizi di consulenza e controversie relative a brevetti, diritti di autore, marchi di fabbrica, loghi e segreti di fabbricazione. Così come le concessioni di licenze, franchigie e trasferimento di tecnologia.

In maniera piu’ dettagliata, i nostri servizi in questa area del diritto si occupano tra le altre cose di:

     •Registro di marchi, nomi commerciali, brevetti e altri diritti connessi alle corrispondenti  istituzioni
     •Opposizioni a qualsiasi registro del segno distintivo o che infranga i diritti del cliente.
     •Contenziosi relativi a qualsiasi tipo di violazione alla proprieta intellettuale, sia di diritto di autore che di proprieta industriale.
     •Controversie internazionali saranno sottoposte all’organizzazione mondiale della proprieta Intellettuale nonchè a qualsiasi altro organismo internazionale competente in materia dei nomi di dominio.

Sono inclusi due tipi di diritti nel termine "Proprietà intellettuale": "i diritti d'autore" regolati dalla legge 65-00 e "i diritti connessi". I diritti di autore stabiliscono la tutela alle persone creatrici delle opere di intelletto, mentre i diritti connessi si tutelano da coloro che  in qualche modo, svolgono lavori e partecipazioni che anche il legislatore ha capito che devono essere tutelati, categoria che comprende il diritto degli artisti interpreti ed esecutori, dei produttori di fonogrammi, dei produttori di registrazioni audiovisive, entità di radiodiffusione, immagini semplici e determinate produzioni editoriali.

 

In generale, dal punto di vista giuridico, si distinguono due generi di diritti inerenti al diritto d’autore:

     •Diritti patrimoniali. Sono i diritti di usufrutto dell’opera, in genere con contenuto economico. Tra questi sono compresi i diritti di riproduzione, distribuzione, comunicazione al pubblico, la messa a disposizione e trasformazione,  anche se questa classificazione non è numerus clausus in quanto la pratica del settore comprende altri come il diritto di sincronizzazione.

 

 

  •Diritti morali. Sono diritti inalienabili e non trasferibili che principalmente comprendono il diritto di paternità dell’opera (essere riconosciuto autore di una opera), il diritto  all’integrità della stessa (evitare qualsiasi deformazione, modifica, alterazione o misfatto contro di essa) e il diritto di decidere come sarà diffusa l’opera.

 

 

 

I diritti di proprietà intellettuale hanno un limite di tempo che dipenderà dal tipo di diritto (morale o patrimoniale di autore o connesso), anche se come regola generale, i diritti morali sono perpetui e i patrimoniali ai sensi della nostra attuale legislazione scadono come minimo dopo 70 anni dalla morte dell’autore. (Art. 21 della legge 424 -06 sull’attuazione del DR-CAFTA.

Trascorso questo periodo, l’opera è considerata di pubblico dominio, rendendo possibile il libero uso della stessa, a condizione si rispettino i diritti morali dell’autore, in particolare quello del riconoscimento della paternità.

Secondo la Organizzazione Mondiale della Proprieta Intellettuale (OMPI), la proprietà intellettuale è un tipo di proprietà, questo significa che il propietario o il detentore puo disporre di questa come piu’gli aggradi e che nessuna altra persona física o giuridica

 potrà disporre legalmente della sua proprietà senza il suo consenso. Naturalmente,

l’esercizio di questo diritto è soggetto a limitazioni.

 

Proprietà Industriale

Dal momento che si tratta di un tipo di proprietà intellettuale, questa è strettametne correlata alle creazioni dell'inventiva umana come le invenzioni e i disegni e i modelli industriali. Le  invenzioni si creano come soluzioni a problemi tecnici e i disegni e i modelli industriali sono le creazioni estetiche, che determinano l’apparenza dei prodotti industriali. Inoltre, la proprietà industriale comprende i marchi di fabbrica o commerciali, i marchi di servizio, i nomi e le denominazioni commerciali, comprese le indicazioni di origine e denominazioni di origine e la protezione contro la concorrenza sleale. Qui, la caratteristica di creazione intellettuale - anche se esistente - è meno evidente, ma ciò che conta è che l'oggetto della proprietà industriale in genere consiste tipicamente in segni che trasmettono una informazione ai consumatori, in particolare per quanto riguarda i prodotti e i servizi offerti sul mercato, e che la tutela va indirizzata contro l'uso non autorizzato di tali segni che con molta probabilità indurrebbero i consumatori a sbagliare, e contro le pratiche ingannevoli in generale.

Diritti d’autore

Questo tutela la relazione con le creazioni artistiche, come le poesie, i romanzi, la musica, i dipinti, le opere cinematografiche, ecc. L'espressione "diritto di autore" si riferisce all'atto principale concernente le creazioni letterarie e artistiche che possono essere eseguite solo dall'autore o con suo consenso (diritto patrimoniale). Tale atto è la produzione di copie dell'opera letteraria o artistica come un libro, un dipinto, una scultura, una fotografia, un film e più recentemente contenuti digitali. La seconda espressione, "diritti di autore" (o degli autori), si riferisce ai diritti della persona creativa del lavoro artistico, l'autore, che mette in evidenza il fatto, riconosciuto dalla maggior parte delle leggi, che l'autore ha determinati diritti specifici per la sua creazione (diritti morali), per esempio, il diritto di impedire una riproduzione distorta, che solo lui può esercitare, mentre altri diritti come il diritto di fare copie, lo puo esercitare altre persone (diritto patrimoniale concesso al titolare di un diritto), per esempio, un editore che ha ottenuto una licenza a tale scopo dall'autore.

La proprieta industriale è un insieme di diritti che possiede una persona física o giuridica su un’invenzione (brevetto per modello di uso, topografía di prodotti semiconduttori, certificati complementari di protezione di medicinali e prodotti fitosanitari), un disegno industriale, un segno distintivo (marchio o nome commerciale), ecc

Offre due tipi di diritti: in primo luogo, il diritto di utilizzare l'invenzione, disegno o segno distintivo, e in secondo luogo il diritto di vietare un terzo che lo faccia.

Il diritto di vietare (ius prohibendi) è la parte più importante della proprietà industriale e permette al titolare del diritto di richiedere il pagamento di una patente. Ha limiti di tempo, dal momento che quasi tutti i diritti di proprietà industriale hanno una durata massima e territoriale perché solo hanno validità nel territorio in cui è stato conferito (di solito, ma non esclusivamente, un paese).

Altri limiti al diritto di vietare è l'esaurimento del diritto, che una volta commercializzato con il permesso del proprietario o dopo aver ricevuto l'indennizzo non può impedire la successiva vendita; l’utilizzo con fini sperimentali e non commerciali, l'entrata temporanea nel paese di un mezzo di trasporto immatricolato all'estero, ecc.

La Convenzione dell’Unione di Parigi e i diritti di proprietà intellettuale relativi all'accordo di scambio sono i due accordi internazionali di maggior peso sulla proprietà industriale.

 
You are here: